lunedì 9 novembre 2009

Mattoncini

E un sacco di mattoni riunirono popoli così vicini e così lontani.

Aspettando che lo stesso vento di cambiamento colpisca anche Gaza,ricordiamo quel giorno come uno dei più belli dell'umanità,e ricordiamo anche cosa è successo prima che quel muro cadesse.

4 commenti:

Angelo azzurro ha detto...

L'abbattimento di quel muro è la prova che se c'è la volontà vera di raggiungere un risultato, questo si può ottenere.Soprattutto in politica.

Laura S. ha detto...

Sarebbe bello, ma mi sa che siamo troppo ottimisti...
Ma chissà...I cambiamenti ci sono sempre...Speremm!

Deriolend ha detto...

sono perfettamente d'accordo con angelo (detto così sembra che sia daccordo con un uomo invece che una donna,ma va beh..)speriamo davvero in un futuro migliore,ma tutto dipende da noi,le persone che ci rappresentano le scegliamo noi,possiamo criticarle o elogiarle,questa è la democrazia,questo è il potere..lo sapevano persino i romani..

elettra ha detto...

Come lo ha definito la Merkel, il crollo del muro di Berlino è stato per l'Europa "una sorpresa e il più grande regalo del secolo"... e anche io mi auguro che prima o poi possa accadere anche in Palestina...