sabato 9 maggio 2009

Dream on


Lui era in casa.Lei no.
Lui la stava aspettando.Lei stava correndo.
Lui era alla porta.Lei sperava solo di non essere troppo in ritardo.
Lui si era messo la camicia delle grandi occasioni,mantenendo però un look trasandato che non facesse trasparire quanto ci tenesse a questo giorno.
Lei era in ritardo proprio perchè per prepararsi ci mette sempre troppo tempo.
Ti ricordi quella volta?
Dissi:Giulia,sono le sette,per le otto non ce la farai.
No non ti preoccupare,dobbiamo essere pronti per le otto e un quarto.
E infatti arrivammo alle NOVE e un quarto.
O quando ti lasciai quella scatola con la foto del mare,l'orsetto,la rosa.
Non ti lascerò mai,ho troppo bisogno di te.
Non avrei mai creduto di dover affrontare quel giorno,quando te ne andasti senza dire niente,nascondendomi tutto,senza ritegno.
Ma oggi è un altro giorno,oggi sono qui per dirti tutto.
Tutto quello che ho tenuto dentro di me per troppo tempo,ho bisogno di sfogarmi.
Capisci che non puoi andartene così.
Te lo voglio dire.Ora.
Suona il campanello.
"Chi è?" come se non lo sapessi.
"Sono io"
No,non sei tu.
Apro la porta.
"Che sorpresa,che ci fai da queste parti?"
"Ho bisogno di parlarti,sono successe delle cose"
"Cosa?"
"Scusami se entro qui in casa,così,all'improvviso,ma ho un peso sulla mia coscienza,devo liberarmene"
"Mi stai facendo preoccupare,dimmi"
"Io ti amo"
"Cosa?"
"E' da una vita che te lo voglio dire"
Le lacrime non permettono alle persone di parlare.
E la vacanza in Jugoslavia non permette alla persona più importante della mia vita di essere davanti a me.
Ho bisogno di dirtelo.
La ragazza più bella è qui davanti a me,c'è sempre stata e non me ne sono mai accorto.
Ne ho sempre avuta un'altra davanti,ma ora si sta allontanando.
E non la posso salutare come vorrei.
Chissà se un giorno potrà sentire i miei pensieri,ciò che ho pensato,il mio respiro nelle notti senza sonno,senza lei..solo..
Giulia non ti voglio più vedere.
Non ti voglio più sentire.
Ecco cosa voglio dirti.
Ma non lo dirò alla ragazza più bella che ora è davanti a me.
Un peso che non riuscirò mai a togliermi.
Non amerò più nessuno.
Neppure la più bella ragazza,davanti a me.


-RACCONTO NON AUTOBIOGRAFICO-

11 commenti:

patri ha detto...

Non è stato detto solo il nome
perchè



togliti la maschera
non mi serve
non mi piace
non mi interessa
rabbia probabilmente

per te quel disegno
per te quella sedia che non mi interessava
sfiorata l'anima e segnata
lo sai?
sono troppo piccola?
il cuoio non mi è nuovo
l'ho già visto

stai con me per favore
salvami la vita
salvami
per favore

non mi cacciare più

tutto quello che c'è la sotto è mio
mollo o duro
piccolo o grande
normo o anormo

accetta Amore



salvami ancora la vita
e per piacere prenditela
non devi dire nulla
non occorre
ma salvami la vita
non mi deludere per finta più
tu e nessuno per te
salvami la vita
te ne prego

tu mi puoi uccidere ancora


credi in noi


i miei sogni onirici sono tornati dinamici, socievoli, colorati, sto lavorando bene
è un ottimo segno
aiutami
salvami la vita

me ne voglio liberare
tento la strada soft
disturbo perso?
cos'è?
voglio andare un po preparata
ieri matt malessere fisico in sua presenza...molto forte
accentuato qui
salvami la vita
e fammi sto corso di fumetto
così sarò più vicina a te
non mi scacciare più

patri ha detto...

la metteresti ancora la camicia rossa?

Laura S. ha detto...

....
HO HO HO....
....Ho ho ho ho!
Ma che romanticone!
XD
Mamma mia quanto zucchero concentrato!
Dio! Adoro queste cose! Ho quattro dita di pelle d'oca sulla schiena!
(Scusa, ma come avrai capito, io non sono il tipo di persona che ama le romanticherie, le poesie d'amore e simili...
XD)
Autobiografica di chi?
Ciao!

Deriolend ha detto...

no neanch'io sono il tipo che guarda tre metri sopra sto ca..e non ho mai pianto davanti ad un film..e che ieri ero un po' così..malinconico..ho buttato giù 'sta cosa quà e non mi sono sentito meglio,poi il sabato sera e la birra della conad mi hanno fatto stare meglio..comunque non è poi così banale e scontata questa storia quà dai..
patri noi due non ci conosciamo perchè mi chiedi di indossare camicie e fare corsi di fumetto?se stai male perchè non vai dal dottore?

Deriolend ha detto...

ripeto:è tutto inventato

Stefano ha detto...

E bravo Derio! Non passerai mica anche tu alla Poesia?

PS: bè...la camicia rossa...bel colore!

Laura S. ha detto...

He he...
Dai che scherzo!
XD
Ciao!

Deriolend ha detto...

stefano sei tu il poeta,io sono lo scrittore,per il rosso..aaaaaaahhhhhh..sei peggio di saimon & de gasperai per queste cose..
laura:i know,don't worry,but
BE AFRAID...
AH AH AH HAAA!!!
ps:l'orso è simbolo di forza e potenza,quindi in shining quel tizio fa cose..potenti..

Laura S. ha detto...

...Capisco...
XD

sam* ha detto...

complimenti, sei bravissimo!

giulia ha detto...

Sono rimasta senza parole...come si fa a trasmettere certe emozioni senza averle provate? Sei veramente bravo...